Dalle botteghe delle sarte allo shop online. Storia del busto sartoriale

Scritto nel mese di gennaio 2013 | Autore: |

L’esempio che tradizione e innovazione possono convivere è il busto sartoriale. Nato quasi un secolo fa come supporto all’attività di sarte e modelliste, questo oggetto oggi lo si trova negli ambienti e nelle vetrine dei negozi di tutto il mondo. Alcuni elementi che componevano i busti di un tempo, ad esempio il tessuto, compaiono anche in quelli attuali.

Materiali plastici e vetroresina hanno preso il posto della cartapesta ma si cerca di riproporre il fascino del passato con effetti tipo anticato, levigato o perlato. L’evoluzione tecnologica inoltre ha permesso di realizzare prodotti di alta qualità lavorati con macchinari di precisione e dal prezzo contenuto.

I supporti dei busti per negozi sono in acciaio satinato, ferro nikelato e ferro cromato e hanno colorazioni oro e ruggine talvolta possono essere anche in plexiglass. Ci sono aziende, tra le quali Soldati Srl di Rimini, che progettano busti su misura per cui il cliente può scegliere il tipo di tessuto, la taglia, gli accessori. La vasta gamma di articoli e attrezzature per negozi offerta da Soldati è disponibile anche visitando il sito web dove è possibile acquistare manichini online a prezzi molto competitivi.

Pin It


Commenta